“C’è il tema di rafforzare anche dal punto di vista del personale i presidi critici. Abbiamo bisogno di medici specializzati in infettivologia, urgentisti, internisti…”, così l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus che dal 21 febbraio ha colpito l’Italia. E in riferimento al reclutamento del personale, Gallera aggiunge: “In aprile a Milano si dovevano laureare circa 150 infermieri: abbiamo chiesto di anticipare le lauree per avere a disposizione immediatamente nuovi infermieri”. Le lauree cominceranno già questa settimana, ha spiegato l’assessore, e saranno in teleconferenza. “Ci sarà la possibilità di avere a disposizione un numero molto alto di infermieri, oltre 100 infermieri, già dal 10 marzo“, continua l’assessore, specificando che il via libera per anticipare le lauree è stato dato anche da Remo Morzenti Pellegrini, rettore dell’Università di Bergamo e Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Lombarde.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la diretta – I contagiati sono 2040: “Fatti oltre 23mila tamponi”. Positivo l’assessore lombardo Mattinzoli. Gallera: “Ospedale di Crema sotto pressione, ma li stiamo aiutando”

next
Articolo Successivo

Napoli, riapre il pronto soccorso devastato dai parenti del 15enne ucciso. Il racconto degli operatori: “Erano in centinaia. Poliziotti inermi”

next