Instagram è un ottimo strumento di comunicazione, ma come tutti i social può anche nascondere delle insidie, come follower indesiderati, che si rendono protagonisti di episodi di cyberbullismo o stalking vero e proprio. Sbarazzarsi di loro su iOS è abbastanza facile da diverso tempo, ma su Android l’operazione è ancora piuttosto macchinosa. Ancora per poco però. La sviluppatrice Jane Manchun Wong ha infatti scoperto che una funzione analoga farà presto la propria apparizione anche sul sistema operativo del robottino verde.

Esperta di analisi del codice, la sviluppatrice non è nuova a questi exploit e nelle scorse ore ha annunciato infatti di aver rintracciato la presenza della funzione, non ancora attivata, nelle ultime versioni dell’app Instagram per Android.

L’opzione appena scoperta consente sostanzialmente di rimuovere i follower direttamente dal loro profilo Instagram, una funzione già da lungo tempo disponibile per iOS ma ancora assente su Android. Fino ad oggi infatti gli utenti di quest’ultimo sistema operativo che volessero rimuovere un follower fastidioso sono costretti a cercarli uno per uno nel proprio elenco per poi eliminarli da lì, con l’opzione anche di bloccarli o sbloccarli.

Dalle immagini postate dalla Wong inoltre si evince che gli interessati non riceveranno alcuna notifica di rimozione. Sfortunatamente, al momento nessuno può sapere quando questa funzione verrà introdotta nei dispositivi Android e la sola presenza del codice di per sé non è garanzia di celerità. La versione scura di WhatsApp, tanto per restare in tema di app social di proprietà di Facebook, è stata introdotta nelle versioni beta da alcune settimane, e nonostante questo ancora non è stata attivata in nessun aggiornamento ufficiale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

RIVOLUZIONE YOUTUBER

di Andrea Amato e Matteo Maffucci 14€ Acquista
Articolo Precedente

Honor ufficializza gli smartphone 9X Pro e View 30 Pro, i notebook MagicBook 14 e 15 e le cuffie true wireless Magic EarBuds

next
Articolo Successivo

Logitech MX Master 3, mouse wireless top di gamma in offerta su Amazon con sconto del 27%

next