Per limitare i contagi da coronavirus Milano chiude scuole, musei, cinema e teatri. E adesso rinvia anche i processi: il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano ha chiesto e ottenuto dai giudici della settima penale il rinvio del processo ‘Ruby ter’ a carico di Silvio Berlusconi e altri 28 imputati. “L’alto numero di indagati e difensori – ha detto in aula – contrasta con le indicazioni fornite dalla corte d’appello di Milano per evitare il contagio della polmonite virale: “In quest’aula tra magistrati, imputati e avvocati siamo spesso decine di persone, una situazione ambientale che contrasta con la circolare della Corte d’Appello di Milano”. Il giudice, in assenza di testimoni, ha così rinviato il processo al prossimo 9 marzo data già in programma.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Intercettazioni, se per evitare la diffusione alla stampa si penalizza la difesa dell’imputato

next
Articolo Successivo

Spazzacorrotti, ecco perchè per la Consulta è illegittima l’applicazione retroattiva: “Tra pena da espiare fuori e dentro il carcere differenza”

next