Logitech MX Master 2S è il modello di punta tra i mouse generalisti dell’azienda svizzera. Curatissimo, con una personalizzabilità elevata dei tanti tasti disponibili, una buona ergonomia (ma è solo per destrosi) e un sensore da 4000 DPI, abbastanza potente da poter essere utilizzato anche per giocare oltre che per la produttività. Se volete aggiudicarvelo al prezzo di un modello di fascia media approfittate dello sconto del 50% con cui è proposto oggi su Amazon, risparmierete 58 euro, pagandolo 56,99 euro anziché 114,99.

Cuore del mouse è il sensore ad alta precisione Darkfield da 4000 DPI, che consente movimenti rapidi e precisi e soprattutto è in grado di funzionare su qualsiasi superficie, consentendo così agli utenti di essere operativi anche in emergenza o dove non c’è spazio sufficiente per poggiare un tappetino dedicato.

Per quanto riguarda l’usabilità, grazie al software Logitech Options è possibile personalizzare le funzioni di ben sei tasti, in modo da adattare il mouse a diversi scenari d’uso, dal lavoro all’intrattenimento. In realtà il mouse va bene anche per i casual gamer, ma se siete giocatori accaniti o prosumer e avete bisogno di personalizzare i comandi, magari registrando delle combo, questo non è il mouse adatto perché le funzioni da assegnare ai tasti personalizzabili sono selezionabili solo all’interno di un elenco che, per quanto lungo e nutrito, è preimpostato e non modificabile a piacere.

Altra caratteristica del Logitech MX Master 2S particolarmente interessante soprattutto per chi lo utilizza in ambito lavorativo o comunque professionale, è la funzione All Systems Flow. Grazie alla tecnologia Logitech Easy-Switch e al ricevitore Logitech Unifying Bluetooth, è infatti possibile associare fino a tre dispositivi e passare da uno all’altro in tutta semplicità, premendo un semplice pulsante.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Internet quantistica, un nuovo studio rende più vicina la rete del futuro

next
Articolo Successivo

San Valentino e sicurezza: Kaspersky mette in guardia dalle false app di dating

next