“Il testo che voteremo punta a rafforzare l’unità tra i 27 paesi e a sostenere in maniera forte Michel Barnier per tutelare i nostri interessi durante la trattativa. Primo fra tutti: la difesa del mercato interno. Il Regno Unito non può rientrarvi come un cavallo di Troia, senza rispettare regole e standard. Noi siamo italiani e vogliamo mangiare il parmigiano e non il parmesan, e credo che tutti gli europei preferiscano mangiare il parmigiano e non il parmesan”, così il vicepresidente di Forza Italia e eurodeputato Antonio Tajani al Parlamento europeao durante il dibattito sull’avvio dei negoziati per il nuovo partenariato con il Regno Unito dopo la Brexit. “I diritti dei cittadini vanno tutelati, per esempio garantendo l’utilizzo di documenti cartacei e non solo online. Le nostre Commissioni parlamentari dovranno impegnarsi per tutelare settori chiave come la pesca, lo spazio e l’energia, gli interessi della pace in Irlanda, gli interessi spagnoli in Gibilterra e la difesa e la lotta contro il terrorismo”, continua.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brexit, il divorzio tra Ue e Regno Unito placherà gli animi solo più in là. E intanto c’è un’ombra che avanza

next
Articolo Successivo

Uscire dall’euro? Se pure i sovranisti di casa nostra ci rinunciano

next