Paura all’aeroporto di Mahshahr, in Iran, dove un aereo in arrivo da Teheran è uscito fuori pista all’atterraggio, finendo su una strada: non ci sono state vittime. Tutti i salvi i 135 passeggeri bordo: sono stati fatti scendere in sicurezza e trasferiti all’interno dello scalo. Ancora incerte le cause: il direttore degli aeroporti del Khuzestan, Reza Rezaei, ha accusato il pilota di aver ritardato troppo l’atterraggio, provocando un incidente. Il volo della Caspian Airlines ha subito danneggiamenti alle ali.

La tv di Stato iraniana parla di un “atterraggio” difficile: l’aereo non ha provocato vittime per miracolo, visto che l’aereo è arrivato a pochissima distanza dal centro abitato. L’incidente arriva quando il Paese sta ancora facendo i conti con le conseguenze della strage del Boeing ucraino, abbattuto per errore a poca distanza da Teheran, provocando 176 vittime. Altri voli hanno avuto difficoltà: un aereo del Qeshm Air, in volo da Gorgan a Teheran, è stato costretto a rientrare a causa di un problema al motore subito dopo il decollo. Problemi tecnici anche per un Airbus della Iran Air, decollato da Teheran e atterrato poco a Mehrabad Airport. Secondo i media iraniani, guasti e problemi tecnici del parco aereo iraniano sono in parte causati dalla sanzioni Usa che hanno fortemente limitato nuovi acquisti e ristrutturazioni dei velivoli più vecchi.

Immagine tratta da youtube

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Coronavirus in Cina, 25 morti e 5 città isolate. Sei casi sospetti nel Regno Unito, l’OMS: “Troppo presto per dichiarare emergenza”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2020, “L’incursione a sorpresa di Fiorello”

next