Ho subìto violenze da un sacerdote quando ero bambino”. Senza mezzi termini, l’attore e regista Luca Barbareschi racconta a ‘La Confessione’ condotta da Peter Gomez, in onda questa sera alle 22.45 sul Nove, degli abusi sessuali subìti quando era minorenne da parte di un religioso, suo insegnante di un istituto cattolico privato di Milano. “In quegli anni ero solo – continua emozionato il direttore artistico del teatro Eliseo di Roma – con delle voragini emotive e non potevo che attirare le attenzioni di chi ha delle malattie. E la pedofilia è una malattia terribile”. Il direttore de ilfattoquotidiano.it chiede ad un Barbareschi, ancora provato, quale fosse la sua condizione di allora e quali riflessi abbia avuto poi: “Non ricordo di essermi ribellato. Infatti questa è la cosa peggiore della pedofilia perché – conclude l’artista – chi ne è vittima si sente in colpa, pensa di essere stato lui stesso a creare quella situazione”.

‘La Confessione’ è prodotta da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Confessione (Nove), Alda D’Eusanio a Peter Gomez: “Gli spot con Craxi? Io e Mentana rifiutammo e ci cacciarono dal Tg2”

next
Articolo Successivo

Carta Canta, Marco Travaglio su Loft: “Riforma della giustizia, dieci proposte per accorciare i processi penali”

next