Un uomo intorno alle 14 ha accoltellato tre passanti nel parco degli Hautes Bruyères a Villejuif, comune di 55mila abitanti vicino a Parigi. Secondo Le Parisien, uno dei colpiti sarebbe morto e due feriti sarebbero gravissimi. L’uomo, dopo i primi ferimenti, “ha cercato di attaccare altre vittime che sono riuscite a evitarlo”, ha spiegato la procuratrice di Créteil, Laure Beccuau. L’aggressore è stato ucciso dalla polizia vicino a un supermercato Carrefour in Avenue du Général-de-Gaulle nella vicina cittadina di Haÿ-les-Roses, come conferma una fonte delle forze dell’ordine. Secondo quanto riferito, due agenti sarebbero rimasti feriti.

Secondo Le Parisien il responsabile dell’attacco sarebbe un uomo nato nel 1997 a Les Lilas, nell’hinterland della capitale francese, e avrebbe alle spalle problemi psichiatrici. Non era schedato per radicalizzazione islamica e non risulterebbe essere stato ricoverato in ospedale all’epoca degli eventi. L’uomo si sarebbe chiamato Nathan C., identificato dalla carta di credito e dalle sue impronte digitali. Gli investigatori stanno verificando se fosse in cura.

Sempre secondo Le Parisien una squadra di artificieri è stata spedita sul posto e tutti gli accessi al parco sono stati chiusi. Alcuni testimoni hanno riferito alla radio Rtl che l’aggressore, di aspetto caucasico, era a piedi nudi, indossava una djellaba, abito tradizionale del nord Africa, e che mentre colpiva avrebbe gridato “Allah Akbar“. Un funzionario del sindacato di polizia Sgp, Yves Lefebvre, ha detto che gli agenti hanno sparato ripetutamente all’aggressore perché temevano che l’uomo indossasse una cintura esplosiva e potesse farsi esplodere. Secondo BmfTv, l’uomo però non la indossava.

Secondo le prime immagini di videosorveglianza disponibili, l’uomo avrebbe agito da solo. Lo riferisce BfmTv, secondo la quale la polizia sta tuttavia verificando se abbia avuto dei complici. Per questo motivo gli agenti stanno trattenendo tutte le persone che si trovavano nel centro commerciale dove l’uomo è stato abbattuto dalla polizia. Al momento le indagini sono state affidate alla procura di Creteil e non a quella per l’antiterrorismo.

Il sindaco di Villejuif, Franck Le Bohellec, ha raccontato a Le Parisien che la vittima dell’attacco è un uomo di 56 anni che ha cercato di difendere la moglie. La vittima abitava vicino al parco di Hautes-Bruyères, dove l’aggressore si è avventato con un coltello sui passanti. “Stava passeggiando con la moglie quando l’aggressore si è avvicinato, ha voluto proteggere la moglie ed è lui che ha ricevuto la coltellata”, ha raccontato il sindaco. La donna, 47 anni, anche lei ferita, è stata ricoverata in stato di urgenza assoluta. La terza ferita, ricoverata in urgenza ma meno grave, è una donna di 30 anni, colpita alla schiena mentre si trovava fuori dal parco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

In Iraq Trump fa un azzardo e mette a rischio la rielezione. Soprattutto se ci saranno vittime Usa

next
Articolo Successivo

Iraq, Dem attaccano Trump dopo l’uccisione di Soleimani: “Dinamite in una polveriera”. Putin: “Rischia di aggravare la situazione”

next