Nel discorso di fine anno il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha colto l’occasione anche per salutare l’astronauta Luca Parmitano. Il Capo dello Stato ha voluto chiudere l’intervento proprio citando il comandante della Stazione Spaziale Internazionale: “La speranza consiste nella possibilità di avere sempre qualcosa da raggiungere”. Un messaggio che l’astronauta ha più volte lanciato dallo spazio, ricordando l’importanza di “fare progetti” e di “impegnarsi per raggiungerli”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sergio Mattarella, oltre 10 milioni di spettatori per il discorso di fine anno: quasi 60% di share

next
Articolo Successivo

Mattarella, discorso di fine anno: “I mutamenti climatici sono questione serissima che non tollera ulteriori rinvii”

next