Come sarebbe la Terra se l’acqua degli oceani scomparisse? Il risultato lo mostra lo scienziato James O’Donoghue, che attualmente lavora per l’Agenzia spaziale giapponese (Jaxa), e che in passato ha lavorato per la Nasa. La simulazione parte da un video dell’Agenzia americana del 2008 rielaborato da O’Donoghue. I continenti, in modo graduale, cambiano fisionomia fino a diventare irriconoscibili quando si prosciugano gli oceani che hanno una profondità che dai 2000 ai 3000 metri sotto il livello del mare.

Video Youtube/James O’Donoghue

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Clima, una storia di inerzia. Ormai la gente è pessimista sul futuro del pianeta

next
Articolo Successivo

Decarbonizzazione, ecco perché la Polonia dice no. Il premier: “La transizione energetica costa tanto e ci danneggia”

next