“L’attività depistatoria di una parte di strutture dello Stato è stata doppiamente colpevole. Un cinico disegno, nutrito di collegamenti internazionali a reti eversive, mirante a destabilizzare la giovane democrazia italiana, a vent’anni dall’entrata in vigore della sua Costituzione. Disegno che venne sconfitto”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla seduta straordinaria del Consiglio comunale di Milano in occasione del 50esimo anniversario della strage di piazza Fontana. “Quella stagione fu specchio dell’anima della sofferenza del nostro popolo chiamato a rafforzare una fedeltà laica e civile ai valori della costituzione. Una fedeltà chiesta soprattutto ai servitori dello Stato, incaricati dalla comunità di vegliare sulla serenità del vivere civile. Non si serve lo Stato se non si serve la Repubblica e con essa la democrazia”, ha aggiunto il capo dello Stato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Piazza Fontana, Mattarella: “Depistaggio da parte di pezzi dello Stato doppiamente colpevole. No a tentazioni revisioniste per uso settario”

next
Articolo Successivo

Trentino-Alto Adige: via libera a indennità, tfr e pensione integrativa per i sindaci. M5s: “Propaganda per ottenere il loro consenso”

next