È attesa per oggi (11 dicembre) la presentazione delle linee guida del Green Deal europeo da parte della nuova Commissione guidata da Ursula von der Leyen. E proprio la nuova presidentessa dell’esecutivo di Bruxelles, in un contributo pubblicato su La Stampa, anticipa i piani della nuova Commissione che ha come obiettivo dichiarato quello di “diventare il primo continente a impatto climatico zero entro il 2050, rallentando il riscaldamento globale e attenuandone gli effetti”.

Un piano ambizioso che prevederà una serie di agevolazioni e finanziamenti in favore delle imprese del green e per la riconversione di quelle altamente inquinanti, con un piano di investimenti, dice la presidentessa, da circa mille miliardi di euro nei prossimi dieci anni. “Il Green Deal europeo che presentiamo oggi – si legge – costituisce la nuova strategia di crescita dell’Europa, che ridurrà le emissioni, creerà posti di lavoro e migliorerà la qualità della vita dei suoi cittadini. Sarà il filo conduttore verde di tutte le nostre politiche, dai trasporti alla fiscalità, dall’agroalimentare all’industria, alle infrastrutture”.

Von der Leyen anticipa che la prima proposta di legge europea sul clima uscirà da Palazzo Berlaymont a marzo: un’idea “intesa a definire la via da seguire – continua – e renderla irreversibile, perché gli investitori, gli innovatori e gli imprenditori hanno bisogno di norme chiare per pianificare gli investimenti a lungo termine. Questa transizione deve funzionare per tutti o non funzionerà affatto”. Per questo la Commissione proporrà l’istituzione di un Fondo per una transizione giusta da 100 miliardi di euro per i prossimi sette anni: “Ci assicureremo di garantire sostegno alle regioni europee che dovranno compiere il passo più grande, in modo da non lasciare indietro nessuno”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondo salva-Stati, già nel nome c’è un errore logico

next
Articolo Successivo

Green Deal europeo, Ursula von der Leyen presenta il piano della nuova Commissione: “È il nostro momento ‘Uomo sulla Luna’”

next