Oggi su Amazon è possibile acquistare il portatile Acer Aspire 3 A315 al costo di 399 euro anziché 549 per la configurazione intermedia, grazie allo sconto del 27% che fa risparmiare 150 euro. Si tratta di un portatile da 15.6 pollici versatile e dalla grande configurabilità, perfetto per la produttività domestica o come primo portatile col quale accostarsi allo studio e alla navigazione Web.

Il modello in offerta prevede un processore Intel Core i3 con grafica integrata, 8 GB di RAM e una veloce unità di storage SSD da 256 GB, ma è possibile risparmiare ulteriormente scegliendo un processore Intel Celeron o Pentium, 4 GB di RAM e SSD da 128 GB, ma sono disponibili anche processori Intel Core i5 o i7, SSD da 512 GB, hard disk da 1 TB o la soluzione ibrida con SSD da 256 GB abbinato all’hard disk da 1 TB.

Per la grafica inoltre si può optare anche per le schede video dedicate Nvidia GeForce MX130 2G o 230 2G soluzioni comunque sempre di fascia entry level, che non consentirebbero certo di giocare con dettagli elevati i titoli più recenti. Il display invece è disponibile solo con risoluzione di 1366 x 768 pixel, sufficiente comunque per navigazione e videoscrittura.

Il design del portatile è tradizionale, con cornici non proprio sottili attorno al display e linee semplici dai bordi arrotondati. La finitura nera opaca e il coperchio flat contribuiscono comunque a conferire all’Aspire un aspetto più contemporaneo. Le misure di 247 x 363 x 20 mm e un peso inferiore ai 2 Kg lo rendono perfetto anche per il trasporto, a scuola o all’università. Due USB 2.0, una USB 3.0, un’uscita video HDMI, porta LAN, jack audio da 3,5″ e moduli Bluetooth e WiFi ne completano la dotazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Drone Racing League, i piloti umani vincono sull’intelligenza artificiale

next
Articolo Successivo

Fine del supporto per Windows 10 Mobile, agli irriducibili non resta che cambiare smartphone

next