WD_Black P10 è la risposta del produttore statunitense alla mancanza di spazio di archiviazione. Quest’ultimo infatti non è mai abbastanza, tanto per le piccole attività domestiche che per i videogiochi. Nel primo caso infatti produciamo quantità sempre crescenti di fotografie e video, mentre i giochi occupano sempre più spazio a causa di una grafica sempre più evoluta e curata. Il problema è che lo spazio di archiviazione delle console non è espandibile e diventa quindi necessario ogni volta disinstallare un titolo per installare l’ultimo acquisto. Questo problema comunque si ripropone anche per chi gioca al PC o ha comunque necessità di aumentare il proprio spazio di storage.

WD_Black P10 rappresenta una risposta in grado di coniugare costi contenuti e prestazioni. Queste ultime infatti non sono strabilianti in assoluto ma sufficienti per risultare comunque superiori a quelle degli hard disk da 5400 RPM integrati nelle console, garantendo al contempo un prezzo tutto sommato abbordabile. Chi è in cerca di prestazioni pure, come ad esempio i professionisti che lavorano col video o foto editing, dovranno guardare altrove, ma per chi possiede una PlayStation o una Xbox il P10 potrebbe essere sufficiente.

La versione da noi testata, con capienza di 4 TB, si trova su Amazon al costo di 159,99 euro, con il modello base da 2 TB che costa 117,49 euro e quello da 5 TB acquistabile a 179,99 euro, un prezzo comunque interessante per un hard disk portatile di quel taglio.

Design e caratteristiche tecniche

Il WD_Black P10 si presenta con lo stesso design comune anche ad altre soluzioni della stessa famiglia. Troviamo quindi un bel case esterno in plastica di colore nero, che sembra però quasi metallo, il cui design industriale e spartano ricorda un po’ dispositivi militari, trasmettendo una sensazione di robustezza e affidabilità. il nuovo WD_Black P10 è poi estremamente portatile, misurando 118 x 88 x 20,8 mm con un peso di circa 230 grammi. Nella parte inferiore sono presenti quattro piedini in gomma, che riducono ulteriormente le vibrazioni e assicurano un ottimo grip sul piano d’appoggio, evitando che l’hard disk scivoli durante il funzionamento.

Da un punto di vista tecnico il WD_Black integra un hard disk ed è dotato di una porta USB 3.2 Gen1, in grado di raggiungere una velocità di trasferimento fino a 5 GB/s. Peccato che non si tratti di una USB-C, che ne avrebbe di certo aumentato comodità d’uso e flessibilità. All’interno troviamo hard disk da 2,5 pollici e 5400 RPM, sempre targati Western Digital, con l’unità da 2 TB accreditata di una velocità massima in lettura e scrittura di 140 MB/s, che scende a 130 per i due tagli di maggior capacità.

Prestazioni

Per valutarne al meglio le prestazioni, abbiamo confrontato il WD_Black P10 con due hard disk meccanici da 3,5″ sempre di Western Digital, nello specifico due WD Blue da 1 TB e 2 TB, con velocità rispettivamente di 7200 RPM e 5400 RPM.

Per testarlo abbiamo utilizzato diversi programmi, a partire da CrystalDiskMark, utile a fornire una prima indicazione di massima. Qui abbiamo rilevato una velocità di punta in lettura di 136,4 MB/s e di 124,7 MB/s in scrittura, che confermano quindi dati tecnici di Western Digital e pongono l’hard disk esterno a metà strada tra l’unità da 5400 RPM, leggermente più lenta, e quella da 7200 RPM, ovviamente più veloce.

Siamo poi passati a DiskBench, tool che consente di valutare le capacità in scrittura e lettura del disco in uno scenario d’uso più realistico, usando dati scelti dall’utente. Noi abbiamo usato una cartella da 30 GB contenente file di diverso tipo e dimensioni come immagini, video e documenti vari, ottenendo sempre prestazioni intermedie tra quelle dei due hard disk di riferimento.

Infine abbiamo utilizzato Final Fantasy XIV Stormblood, un test che misura in maniera precisa i tempi di caricamento di scenari di gioco reali, ottenendo ancora una volta conferma delle prestazioni del P10. Per quanto riguarda le temperature a riposo e sotto sforzo, quelle da noi rilevate pari rispettivamente a 25° C e 42° C. Si tratta di valori ottimi, che non pregiudicano in alcun modo le prestazioni né la comodità d’uso.

Il WD_Black P10 insomma ha confermato le sue doti. Pensato specificamente per i videogiocatori su console, offre effettivamente prestazioni superiori a quelle mediamente offerte da PlayStation e Xbox, aumentandone enormemente la capacità di storage dei dati, con l’unità da 4 TB da noi testata che mediamente consente di portare sempre con sé fino a 100 titoli, che salgono a 125 per la versione da 5 TB. Gli utenti domestici potrebbero preferire soluzioni con prestazioni superiori, ma in questo caso il vantaggio è costituito dal prezzo. I professionisti infine dovrebbero invece rivolgersi ad altri prodotti in grado di garantire velocità in lettura e scrittura decisamente superiori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pokémon Spada e Scudo, alcuni passi in avanti rispetto al passato con un assaggio di open-world – La nostra prova

next
Articolo Successivo

Alluminio “carbon free” per nuovi prodotti Apple più rispettosi dell’ambiente

next