La domenica pomeriggio di Serie A regala il quarto posto al Cagliari, bravo a raggiungere al 90′ il Sassuolo, il ritorno al gol di Mario Balotelli che spinge sempre più giù la Spal e il nuovo flop della Fiorentina, sconfitta a Torino. Nel match di mezzogiorno, il Lecce rimonta il doppio svantaggio con il Genoa, ridotto in 9 per due espulsioni. Nel match delle 18 il Parma ha battuto la Sampdoria a Marassi agganciando il Napoli a quota 21 punti.

Sampdoria-Parma 0-1
Il Parma espugna Ferraris di Genova e sale a quota 21 in classifica, agganciando il Napoli al settimo posto. E la prossima per gli emiliani sarà proprio in casa degli azzurri di Ancelotti. Seconda sconfitta di fila invece per la Sampdoria, che si ferma ancora dopo il rocambolesco ko di Cagliari e vede nuovamente avvicinarsi la zona retrocessione. I liguri infatti si trovano a 12 punti, appena una lunghezza sopra i cugini del Genoa, terzultimi. Il prossimo derby della Lanterna, sabato 14 dicembre, si annuncia infuocato. Decide un gol di Kucka di testa al 21′ del primo tempo. Nella ripresa la Samp ottiene un rigore, Sepe respinge ma Quagliarella riceve da Jankto e segna, ma il centrocampista era entrato in area prima della battuta. Ed il Var annulla.

Sassuolo-Cagliari 2-2
Dopo essere stata sotto per 2-0 grazie ai gol di Berardi al 6′ e di Djuricic al 36′ del primo tempo, la squadra di Maran riesce nell’ennesima rimonta. Tra i protagonisti della sfida ancora João Pedro autore del gol dell’1-2 al 51′. Poi il pareggio è arrivato al 90′ grazie a Ragatzu. Con questo punto i sardi salgono a 29 punti insieme alla Roma, mentre il Sassuolo si porta a 15 punti. Partita non giocata benissimo dai sardi con gli emiliani che ha anche sbagliato un calcio di rigore con Berardi che ha colpito la traversa.

Torino-Fiorentina 2-1
Nel giorno in cui si festeggiano i 113 anni del club granata il Torino trova il successo per 2-1 sulla Fiorentina grazie ad un gol di Zaza al 22′ della prima frazione e la rete di Ansaldi al 72′. Non è bastato ai viola la rete di Caceres al 91′. Il Toro ritrova così il successo interno perduto a fine settembre, mentre la Fiorentina non riesce ad uscire da un periodo di blackout. E ora, alla vigilia della sfida contro l’Inter capolista, Vincenzo Montella rischia il posto in panchina.

Spal-Brescia 0-1
Importante successo in chiave salvezza del Brescia di Eugenio Corini, tornato sulla panchina delle rondinelle dopo il divorzio lampo con Fabio Grosso. La vittoria sulla Spal per 1-0 in trasferta è firmata da Mario Balotelli al 54′. La squadra di casa ha sbagliato un calcio di rigore con Petagna. Con questo successo, firmato dalla terza rete stagionale di Balo, il Brescia sale a 10 punti in classifica scavalcando proprio la Spal ferma a 9.

Lecce-Genoa 2-2
Prosegue il digiuno di vittorie in campionato dei liguri, che si fanno rimontare da 0-2 a 2-2 nella ripresa dal Lecce chiudendo addirittura in nove per le ingenue espulsioni di Agudelo e Pandev. Thiago Motta dopo aver pregustato i 3 punti (che mancano da cinque giornate) deve così accontentarsi di un punticino che non dà la svolta tanto attesa e non permette al Grifone di uscire dal pantano della zona retrocessione. Al 31′ il vantaggio di Pandev, che approfitta di un rinvio corto di Gabriel per beffare il portiere con una splendida palombella da 40 metri. In pieno recupero, ancora uno scatenato Pandev si guadagna un rigore per un ingenuo fallo da dietro di Lucioni. Dal dischetto capitan Criscito non sbaglia e la gara si fa in discesa per gli ospiti. I pugliesi accorciano le distanze con un eurogol di Falco che pesca il jolly con un magnifico tiro a giro. La partita gira, ancor più dopo l’ingenua espulsione di Agudelo – già ammonito – che stende Dell’Orco in area di rigore del Lecce. Non a caso i padroni di casa pareggiano immediatamente al 25′ con l’incornata di Tabanelli sulla pennellata di Falco.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lazio-Juventus 3-1: biancocelesti, rimonta da favola. Agli uomini di Sarri non basta Ronaldo: ora l’Inter è due punti avanti

next
Articolo Successivo

Bologna-Milan, accoltellamento tra due tifosi rossoneri dopo la partita: “Lite nata per portarsi a casa un paio di pantaloncini”

next