“Abbiamo documentazione, messaggi, chat, scambiati con Giuseppe Conte, con il Mef, con Giovanni Tria, che possono essere messi a disposizione del popolo italiano”. Così Matteo Salvini, parlando in conferenza stampa alla Camera, sul tema del fondo salva-Stati e della relativa riforma. “Ci rassicuravano di non aver preso alcun impegno, se scoprissimo che impegno lo hanno preso, allora la cosa cambia, io qualche messaggio lo posso pure girare. Noi scrivevamo: ‘Non firmiamo un c…p“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondo salva-Stati, Salvini: “Mattarella è garante della Costituzione, la faccia valere”. Conte riferirà alla Camera il 2 dicembre

next
Articolo Successivo

La Cina supera il numero di ambasciate Usa. Il futuro è suo (e Hong Kong non c’entra)

next