Due vigili del fuoco sono rimasti feriti durante un intervento per l’incendio di un camion, nella notte nell’area di servizio Cantagallo Ovest sull’A1, nel Bolognese. C’è stata un’esplosione e i due sarebbero caduti da una scala, riportando fratture, uno al bacino e l’altro a un braccio. Sono stati portati all’ospedale Maggiore Anche altri pompieri della stessa squadra sono finiti a terra per lo spostamento d’aria.

Secondo una prima ricostruzione, alle 2,10 di questa notte la sala operativa 115 ha ricevuto una chiamata di soccorso per un incendio che si stava sviluppando nell’area di servizio, direzione sud. A bruciare un autoarticolato che trasportava materiali vari, plastica, maglieria, manufatti vari. L’autista viste le prime fiamme ha deciso di spostare il mezzo dal parcheggio della stazione di servizio alla corsia di emergenza dell’autostrada tra Cantagallo Ovest e l’uscita di Pontecchio. Per evitare guai alla motrice ha staccato il rimorchio che cominciava a bruciare più intensamente. I vigili del fuoco sono intervenuti immediatamente. La prima squadra sul posto dal distaccamento di Zola Predosa.

I vigili del fuoco hanno iniziato a spegnere l’incendio con l’utilizzo di scale appoggiate al portellone posteriore del mezzo. All’improvviso una forte esplosione ha scaraventato per terra tutta la squadra. Due vigili del fuoco sono rimasti feriti con fratture alla spalla, al bacino e al femore. Sono stati immediatamente ricoverati all’ospedale Maggiore.

I rinforzi giunti dalla centrale e dal distaccamento volontario di Monzuno hanno soccorso i colleghi affidandoli poi alle cure del 118 presente sul posto con due ambulanze. Dalla centrale sono giunte tre squadre con tre mezzi di cui due autobotti. È continuata poi l’opera di spegnimento con l’utilizzo di schiuma vista l’entità dell’incendio. L’autostrada è stata parzialmente interrotta durante le operazioni di soccorso. Alle ore 06:30 si è chiuso l’intervento. Sul posto oltre 115 e 118 anche la Polstrada e il personale di Autostrade per l’Italia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

‘Ndrangheta, i capitali dei clan calabresi nei ristoranti di Lombardia e Piemonte: 9 arresti, sequestrati beni per 10 milioni

prev
Articolo Successivo

Lazio-Celtic, accoltellato altro tifoso scozzese: il terzo in 2 giorni. Ultrà biancocelesti tentano aggressione e poi si danno alla fuga: 12 fermi

next