“Al momento della stipula, la situazione dei flussi migratori era preoccupante. Oggi c’è stata una forte diminuzione, del 97% nel 2019, ma sarebbe comunque sbagliato abbassare la guardia. Sono calate anche le morti nel mare, e sono convinta che il memorandum abbia contribuito a questi dati”. Così Luciana Lamorgese, ministra dell’Interno, nel corso della sua informativa alla Camera sul memorandum Italia-Libia. Secondo la titolare del Viminale, inoltre, il documento “ha contribuito alla drastica riduzione delle partenze dalla Libia“. Tra gli obiettivi fissati dal governo italiano, quello della progressiva chiusura “dei centri di detenzione per giungere a centri gestiti dalle agenzie dell’Onu“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fake, Del Debbio: “Commissione Segre? Quando una persona che è stata ad Auschwitz fa una mozione, io la voto”. Stasera su Nove

prev
Articolo Successivo

Lamorgese in Aula difende accordo con Libia. Poi annuncia: “Tripoli ha aperto a modifiche”. Leu: “Serve chiusura immediata dei centri”

next