È caccia all’uomo nella zona di Pinerolo e per tutta la provincia di Torino. Si cerca la persona che venerdì pomeriggio ha ucciso a Pinasca, nella borgata Case Sparse, a colpi di fucile il vicino di casa Asuntino Mirai di 66 anni. Tra i due è scoppiata una lite in strada finita poi in tragedia: il 66enne, originario della Sardegna, è stato colpito alle gambe e al torace. L’omicida, un settantenne già noto alle forze dell’ordine, si è dato alla fuga armato di fucile. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa che hanno sentito gli spari. Restano ancora sconosciute le ragioni dell’aggressione anche se sarebbero riconducibili a problemi di vicinato. I carabinieri di Pinerolo, che indagano sull’accaduto, sarebbero già sulle tracce dell’assassino: sono stati istituiti posti di blocco in tutta la zona. Altri militari, intanto, stanno interrogando i testimoni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rovigo, morta la giovane donna aggredita dal marito: era in coma da nove giorni

next
Articolo Successivo

Cuneo, bimbo di tre anni colpito da vaso mentre gioca in giardino: morto

next