Sono 81 i migranti sbarcati in Puglia negli ultimi due giorni. Nella notte tra giovedì e venerdì, la Guardia costiera ha intercettato e salvato 34 migranti curdi-iracheni su una barca a vela a largo di Otranto, molti dei quali donne e bambini. Il gruppo è stato fatto sbarcare e soccorso dalla croce rossa. “Erano in mare da più giorni. Sono arrivati disidratati, stremati e qualcuno in stato di ipotermia ma in discrete condizioni di salute – spiegano i volontari del 118 – Visitati dai medici dell’ufficio di sanità marittima, nell’aerea di frontiera Usmaf, sono stati poi trasferiti nei centri di accoglienza“.

Il primo sbarco era avvenuto la notte tra mercoledì e giovedì: 47 persone, a bordo di un cabinato, sono arrivate a Santa Maria di Leuca. Sono per lo più giovani profughi provenienti da Pakistan, Iran, Iraq, India, Bangladesh e Afghanistan. Tra loro anche marito e moglie con una bambina e nove minorenni. Le forze dell’ordine hanno avviato le indagini per capire la l’identità degli scafisti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, bimbo di 6 anni precipita nella tromba delle scale a scuola: grave trauma cranico. Procura indaga su omessa vigilanza

prev
Articolo Successivo

Milano, ultras investito a San Siro: la polizia ferma tifoso per omicidio

next