Un turista francese è stato ucciso a coltellate a Biserta, nella regione di Zarzouna, in Tunisia settentrionale. Lo riferiscono i media locali. Secondo Nessma tv l’aggressore ha gridato ‘Allahu Akbar’ e subito dopo è fuggito: le forze dell’ordine sono sulle sue tracce. Si tratta, ha dichiarato Khaled Hayouni, portavoce del ministero dell’Interno, di un uomo noto alla sicurezza con precedenti penali per reati di criminalità comune. Oltre alla vittima è rimasto ferito anche un soldato, che è stato trasferito all’ospedale militare di Tunisi e le sue condizioni sono state giudicate stabili. L’emittente Shems FM cita testimoni oculari secondo i quali l’attacco è stato sferrato davanti a un hammam. La stessa fonte riferisce che l’assalitore era uscito dal carcere la scorsa settimana dopo aver scontato una condanna per traffico di stupefacenti.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Barcellona, proteste contro le condanne agli indipendentisti. Migliaia di persone in strada

prev
Articolo Successivo

Erdogan vuole prevenire l’autonomia curda. E così gioca sulla distrazione di massa

next