Il ministro dell’Economia e Finanze Roberto Gualtireri ieri, illustrando le linee guida del Mef alla Camera dei Deputati, ha escluso ‘ulteriori misure allo studio’ per le cosiddette manette agli evasori. La presidente della commissione Finanze, la pentastellata Carla Ruocco, a ilfattoquotidiano.it così commenta le parole di Gualtieri: “Il carcere per gli evasoti già c’è. Se arriverà una proposta da parte del governo – come confermato dal ministro Bonafede – il Parlamento la valuterà”.

Apprezzamento per il no netto al daspo per i commercialisti bollato da Gualtieri come “fake news“. “Gualtieri è stato netto su questo punto. I commercialisti svolgono un ruolo molto importante e bisogna cercare di collaborare con loro”. Sul versante della lotta all’evasione fiscale, il governo si è posto l’obiettivo di recuperare in un anno 7,2 miliardi di euro. Cifra definita troppo ottimistica da esperti,Istat e Bankitalia e Ufficio Parlamentare di Bilancio “Obiettivo ambizioso, sì, ma il governo dovrà seriamente impegnarsi ed intanto – conclude Ruocco – non si parla più di condoni”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Russiagate, Palazzo Chigi: “Basta con falsità. Conte riferirà al Copasir nella massima trasparenza. Solo dopo ai media”

prev
Articolo Successivo

Taglio parlamentari, per anni ci hanno detto ‘impossibile’. Ma erano solo balle

next