Pugno duro della polizia britannica contro i manifestanti del movimento ambientalista radicale Extinction Rebellion scesi in strada a Londra, come in numerose altre città del mondo, per una serie di proteste coordinate in programma da oggi fino a metà ottobre per denunciare “l’emergenza dei cambiamenti climatici”. Gli stessi investigatori hanno reso noto di aver arrestato nella sola mattinata di oggi 135 dimostranti, accusati d’intralcio al traffico e ai trasporti pubblici per i picchetti e i blocchi stradali organizzati qua e là nel centro della capitale del Regno Unito. In una precedente settimana di manifestazioni promosse da Extinction Rebellion a Londra in primavera i fermi erano stati centinaia, con oltre mille persone rinviate alla fine a giudizio nei tribunali

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili