Pugno duro della polizia britannica contro i manifestanti del movimento ambientalista radicale Extinction Rebellion scesi in strada a Londra, come in numerose altre città del mondo, per una serie di proteste coordinate in programma da oggi fino a metà ottobre per denunciare “l’emergenza dei cambiamenti climatici”. Gli stessi investigatori hanno reso noto di aver arrestato nella sola mattinata di oggi 135 dimostranti, accusati d’intralcio al traffico e ai trasporti pubblici per i picchetti e i blocchi stradali organizzati qua e là nel centro della capitale del Regno Unito. In una precedente settimana di manifestazioni promosse da Extinction Rebellion a Londra in primavera i fermi erano stati centinaia, con oltre mille persone rinviate alla fine a giudizio nei tribunali

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Usa, giudice a Trump: “Renda pubbliche le dichiarazioni dei redditi personali e aziendali”

prev
Articolo Successivo

Siria, media: “La Turchia ha iniziato a bombardare obiettivi curdi. Nel mirino lo Ypg”

next