Jonathan Busby, di Aruba, sta gareggiando nei 5mila metri ai Mondiali di atletica in Qatar. A circa 250 metri dall’arrivo, crolla a terra, disidratato e stremato dalla fatica. Alle sue spalle, però, arriva l’atleta della Guinea Bissau, Braima Sunclar Dabó. Che si ferma, lo aiuta a rialzarsi e lo accompagna fino al traguardo. Un gesto, salutato dagli applausi del pubblico, che vale più di una vittoria. Dabò segnerà comunque il suo personale in 18’10”87. Busby verrà squalificato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mondiali di atletica, Filippo Tortu e Marcell Jacobs in semifinale nei 100: il milanese si ferma a 10″20, il bresciano vola con 10″07

prev
Articolo Successivo

F1 Gp Russia, qualifiche: Leclerc domina e si prende la quarta pole consecutiva. Hamilton battuto, resta secondo davanti a Vettel

next