Era in chiesa, raccolta in preghiera, in silenzio, quando un uomo l’ha aggredita, cercando di violentarla. È quanto successo ieri mattina a Villanova di Guidonia, vicino Roma, nella parrocchia di San Giuseppe Artigiano. Vittima una donna di 57 anni. L’aggressore è un uomo di 34 anni ora in carcere con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali.

Secondo quanto ricostruito erano circa le 9 quando la donna, all’improvviso, ha sentito il 34enne avvicinarsi alle sue spalle. L’ha afferrata e l’ha scaraventata a terra. Poi l’ha colpita più volte al viso, cercando di stuprarla. La 57enne ha provato a difendersi. Ha risposto ai colpi con pugni, calci e graffi, lasciandogli anche qualche segno sul collo, riuscendo a sfuggire alla presa dell’aggressore. Provvidenziale l’aiuto di una signora, che si trovava in quel momento all’esterno della chiesa. Sentendo le grida è subito entrata, avvicinandosi alla 57enne e prestandole soccorso, lanciando subito l’allarme con una chiamata alla polizia.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Tivoli che hanno fermato l’aggressore ancora fuori dalla parrocchia in evidente stato di agitazione. L’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali e ora si trova nel carcere di Rebibbia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Seggiolini antiabbandono, ok del Consiglio di Stato dopo un anno. Ma con osservazioni: “Diverse incongruenze, anche su età bambini”

prev
Articolo Successivo

Ferrara, auto contro un albero: morti 3 ragazzi tra i 21 e i 28 anni. Il giovane alla guida, rimasto ferito, è risultato positivo all’alcoltest

next