Un’imbarcazione da 112 metri, con cinque ponti, una palestra, un salone di bellezza e perfino una piscina a cascata. Ma anche con un sistema di alimentazione che sfrutta l’idrogeno liquefatto, conservato a -253 gradi nella stiva, per convertirlo in elettricità. È “Aqua“, il progetto presentato al Monaco Yacht Show dall’azienda olandese Sinot Yacht Architecture & Design. Al momento resta un prototipo, ma i designer raccontano che sarebbe in grado di navigare a 17 nodi di velocità, con un’autonomia di più di 6mila chilometri: per questo sperano possa rivoluzionare l’industria navale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Di chi è questa scarpa?”, simpatico siparietto tra Renzi e un fonico nella rincorsa per l’intervista

next
Articolo Successivo

Greta Thunberg in versione death metal è imperdibile: l’autoironia dell’attivista che condivide la parodia del discorso all’Onu

next