Applausi e contestazioni in aula alla Camera dopo il voto, a scrutinio segreto, che ha respinto la proposta di arresti domiciliari per Diego Sozzani (Fi), ribaltando il parere espresso dalla giunta per le autorizzazioni. Il pentastellato Davide Zanichelli ha espresso “disappunto” per l’esito della votazione, mentre dai banchi del centrodestra si levavano le proteste. Il presidente della Camera Roberto Fico ha richiamato il collega: “Non ci può essere un commento al voto”. Sozzani, coinvolto nell’inchiesta di Milano denominata ‘Mensa dei poveri’, è accusato di finanziamento illecito dei partiti per una fattura da 10mila euro ricevuti in campagna elettorale da Daniele D’Alfonso, imprenditore accusato di aver corrotto diversi politici e amministratori locali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’appello di Sozzani (FI) prima del voto: “Innocente. Distrutto dal punto di vista psicologico”. Poi esce dall’Aula

next
Articolo Successivo

Renzi, finalmente via dal Pd! Ora un partito di amici e non più di coltelli nella schiena

next