Tra le ipotesi sul tavolo c’è anche quella della manomissione delle provette“. A dirlo, nel corso dell’udienza a Bolzano sul caso di Alex Schwazer, Giampietro Lago del Ris di Parma, che ha elencato iquattro scenari in grado di spiegare i risultati sulle provette dell’ex atleta altoatesino. “Ho ancora fiducia nella giustizia” ha dichiarato lui. “Ora non ho più fretta, non devo gareggiare come quando c’erano le Olimpiadi di Rio. Posso aspettare anche tre anni“.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Strage di Erba, la Cassazione rinvia ai giudici di Como l’istanza di revisione del processo per un vizio di forma

next
Articolo Successivo

I Centri antiviolenza sono una cosa seria, facciamo chiarezza dopo l’arresto della presidente di Butterfly

next