Lo scorso week end è andata in scena a Bologna, e per la prima volta nel nostro Paese, l’unica tappa italiana del WES e-Bike Series, il campionato internazionale riservato alle bici elettriche. Il primo, inserito nella lista eventi dell’UCI (Union Cycliste International). Non un caso, in realtà, visto che Bologna si è sempre dimostrata città amica delle due ruote a pedali, implementando progetti di mobilità urbana a basso impatto ambientale: esempio ne è anche l’e-Village allestito per l’occasione ai Giardini Margherita.

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico, la gara di Cross Country maschile è stata vinta da Marco Aurelio Fontana, bronzo olimpico 2012, Focus Scuderia Fontana autore di una corsa di testa per tutti gli otto giri che comprendevano un impegnativo ultimo strappo al 25% di pendenza su erba. Tra le donne, ha vinto la tedesca Sofia Wiedenroth del CUBE Action Team, davanti all’italiana Jessica “Jey” Bormolini. Nella precedente prova di Enduro, svoltasi sull’Appennino Bolognese, a spuntarla è stato il dieci volte campione del mondo di Downhill Nicolas Vouilloz.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Porsche Taycan, senza veli la prima sportiva elettrica del marchio tedesco – FOTO

prev
Articolo Successivo

Salone di Francoforte, flop annunciato. Meno 30% di visitatori, solo 560 mila

next