L’assenza di costruttori importanti lasciava presagire che quest’anno i numeri del Salone dell’auto di Francoforte terminato domenica sera non sarebbero stati troppo lusinghieri, e così è stato. I visitatori sono stati solo 560 mila, contro gli 810 mila del 2017 e i 932 mila del 2015. Un calo progressivo che deve far riflettere, soprattutto sulle formule tradizionali legate alle esposizioni dell’auto. Certo, i forfait quest’anno sono stati importanti: i giapponesi di Toyota e Nissan, gli yankee di General Motors, gli italo-americani di FCA, i francesi di Peugeot e Citroen, ma anche Tesla e i grandi marchi del lusso come Bentley, Ferrari, Maserati e Rolls-Royce. Evidentemente, poi, i contenuti non devono aver stuzzicato più di tanto gli appassionati: il tema dell’elettrificazione è certo di primaria importanza per l’ambiente, ma non accende la fantasia degli automobilisti europei. Il prossimo salone in programma è quello di Ginevra in marzo, il più importante del vecchio continente: non dovrebbe avere gli stessi problemi sofferti da Francoforte. Chi invece dovrebbe cominciare a preoccuparsi sono gli organizzatori del salone di Parigi, in agenda ad autunno 2020.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

WES e-Bike Series, a Bologna tutte le emozioni delle bici elettriche

next
Articolo Successivo

Audi, si rinnova la partnership con la Fisi. Consegnate 48 vetture agli atleti – FOTO

next