“Chi insulta Teresa Bellanova per il suo abito, per il suo fisico, per la sua storia di bracciante agricola divenuta sindacalista e poi ministro non è degno di una polemica pubblica: è semplicemente un poveretto. Gente che polemizza così va solo compatita, nemmeno criticata”.

Così scrive Matteo Renzi sul suo account facebook.

E cosa dire dello struggente corsivo di Concita De Gregorio su Repubblica?

Benvenuti dunque, a voi che oggi condannate chi denigra un avversario perché incolto o costretto a fare umili lavori. Benvenuti tra chi pensa che la poca cultura non sia uno stigma, o una vergogna, ma il frutto frequente dell’indigenza di tante famiglie.

Ben vengano oggi le vostre petizioni, i vostri accorati appelli, i vostri pubblici sdegni!

Mi chiedo però dove eravate quando veniva pubblicata questa roba qua…

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Salvini furioso col giornalista Rai: “Vergognati, schifoso che non sei altro”

next
Articolo Successivo

Sondaggi, il cammino del governo Pd-M5s parte in salita: piace solo a uno su 3. Ma può contare sulla fiducia record per Conte

next