“Chi insulta Teresa Bellanova per il suo abito, per il suo fisico, per la sua storia di bracciante agricola divenuta sindacalista e poi ministro non è degno di una polemica pubblica: è semplicemente un poveretto. Gente che polemizza così va solo compatita, nemmeno criticata”.

Così scrive Matteo Renzi sul suo account facebook.

E cosa dire dello struggente corsivo di Concita De Gregorio su Repubblica?

Benvenuti dunque, a voi che oggi condannate chi denigra un avversario perché incolto o costretto a fare umili lavori. Benvenuti tra chi pensa che la poca cultura non sia uno stigma, o una vergogna, ma il frutto frequente dell’indigenza di tante famiglie.

Ben vengano oggi le vostre petizioni, i vostri accorati appelli, i vostri pubblici sdegni!

Mi chiedo però dove eravate quando veniva pubblicata questa roba qua…

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Salvini furioso col giornalista Rai: “Vergognati, schifoso che non sei altro”

prev
Articolo Successivo

Sondaggi, il cammino del governo Pd-M5s parte in salita: piace solo a uno su 3. Ma può contare sulla fiducia record per Conte

next