Di Maio agli Esteri, Di Maio agli Esteri”. Poi un lungo silenzio. “Chapeau. Uno che passa dal Lavoro agli Esteri nel giro di due settimane. Io non ce la farei. Il potere delle poltrone“. Matteo Salvini, dopo la lettura da parte di Giuseppe Conte della lista dei componenti del nuovo governo, ha commentato i ministri. E si è soffermato sull’ex alleato, il capo politico del M5s, Luigi Di Maio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo Conte 2, il neo ministro Patuanelli (M5s) avvicinato da un contestatore: “Dovevamo votare, venduti”

next
Articolo Successivo

Luciana Lamorgese, chi è la prefetta che sarà ministra dell’Interno. E sui migranti disse: “Bisogna accogliere nelle regole”

next