L’attuale presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, è tra i 28 archiviati della ‘Rimborsopoli bis’, il procedimento per i rimborsi ottenuti da una cinquantina di ex consiglieri regionali tra il 2008 e il 2010, aperta nel 2018. Il gup di Torino ha accolto la richiesta di archiviazione presentata dal sostituto procuratore Giovanni Caspani per 28 ex consiglieri. Per altri 18 indagati è stata fissata al 28 ottobre l’udienza preliminare.

Gli allora consiglieri regionali del Piemonte, sia della maggioranza che dell’opposizione e alcuni dei quali sono diventati parlamentari, avevano ricevuto gli inviti a comparire inviati dalla procura di Torino nel giugno dello scorso anno. Secondo l’accusa, durante i due anni in amministrazione, avevano ottenuto rimborsi illeciti per quasi 3,3 milioni di euro ed erano quindi finiti sotto indagini per peculato. Quello aperto nel 2018 è il secondo capitolo di una maxi indagine sui rimborsi in regione Piemonte che era iniziata 10 anni prima.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lodo Longarini, la Corte d’appello dà ragione allo Stato: sbloccati 800 milioni del ministero dei Trasporti pignorati dall’imprenditore

next
Articolo Successivo

Codice rosso, boom di denunce a 20 giorni dall’entrata in vigore. “Donne incoraggiate dalla legge a rivolgersi alla polizia”

next