“Terra! Vedo le luci di Long Island e New York City“. Così l’ambientalista Greta Thunberg, su Twitter, ha annunciato il suo arrivo a New York dopo la traversata oceanica a bordo della Malizia II di Pierre Casiraghi. La 16enne, infatti, ha deciso di raggiungere via oceano il summit dell’Onu sul clima, che si terrà il 23 settembre, con un viaggio a zero emissioni dal Regno Unito agli Stati Uniti.


La barca della giovane paladina dei “Fridays for Future”, dopo aver affrontato momenti di condizioni meteo avverse, è ora in prossimità delle coste statunitensi. Nelle prossime ore, a dare il benvenuto alla giovane attivista svedese presso il ponte Verrazzano, ci sarà l’Onu con una piccola flotta di 17 barche a vela, una per ciascun obiettivo dello sviluppo sostenibile, come ha annunciato un portavoce delle Nazioni Unite.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Ondate di calore in profondità minacciano il Mar Mediterraneo: + 2° rispetto alla media

prev
Articolo Successivo

Africa, in Congo e Angola va in fiamme la seconda foresta pluviale più grande del mondo: oltre 10mila incendi in una settimana

next