Due giorni fa, dal G7 di Biarritz, Giuseppe Conte aveva individuato tra le priorità in agenda l’esigenza di “governare processi complessi come la trasformazione digitale“. E lo stesso giorno è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto – varato dal cdm a giugno ma rimasto finora in standby – che istituisce a Palazzo Chigi il nuovo Dipartimento per la trasformazione digitale incaricato di supportare il presidente del Consiglio “per la promozione ed il coordinamento delle azioni del governo finalizzate alla definizione di una strategia unitaria in materia di trasformazione digitale e di modernizzazione del Paese attraverso le tecnologie digitali”.

Dal gennaio 2020 prenderà il posto del team digitale voluto dall’ex premier Matteo Renzi e guidato da Diego Piacentini, che il governo gialloverde aveva prorogato dopo l’addio nel settembre 2018 del manager Amazon, sostituito da Luca Attias.

Articolato in “non più di due uffici di livello dirigenziale generale e in non più di due servizi di livello dirigenziale non generale”, il Dipartimento avrà tra l’altro l’incarico di vigilare su PagoPa, la società che gestisce il sistema di pagamenti elettronici che permette di versare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro pagamento verso le pubbliche amministrazioni, le aziende a partecipazione pubblica, le scuole, le università, le ASL.

Il Fatto Economico - Una selezione dei migliori articoli del Financial Times tradotti in italiano insieme al nostro inserto economico.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi di governo, il rendimento del Btp decennale scende fino al minimo storico di 0,99%. Lo spread con i Bund giù a 176 punti

next
Articolo Successivo

Telegram, il rivale di Whatsapp lancia la sua criptovaluta: entro ottobre parte Gram

next