Il Movimento 5 stelle riunisce i gruppi parlamentari a Montecitorio e chiude definitivamente alla possibilità di un nuovo dialogo con Matteo Salvini. Almeno stando al secco ‘no’ dichiarato dal sottosegretario Vincenzo Spadofora entrando alla riunione presieduta da Luigi Di Maio e al “babbione” che gli affibbia Carlo Sibilia. Il tema, dunque sembra spostarsi sull’ipotesi di un governo con il Partito democratico. Ma anche i dubbi dei 5 Stelle riguardano la componente renziana dei dem. “Renzi e Boschi nel governo? Di sicuro non abbiamo avuto dei rapporti idilliaci, di fiducia e di rispetto in questi anni, però vediamo” afferma ancora Spadafora. “È evidente che queste persone che hanno già fatto i loro errori, possano essere capaci da soli di capire che sono fuori dalla partita” afferma Carlo Sibilia. “Dialogo con i renziana? Lo vedo molto, molto, molto difficile. Quasi impossibile” è il commento lapidario di Paola Taverna. Mentre per Stefano Buffagni “l”idea di dover gestire la partita di Monte dei Paschi di Siena col Pd un po’ mi terrorizza. E gestirla con i renziana è un problema ancora maggiore”. E anche Alessio Villarosa boccia i renziani: “Parlare di banche con loro? Mai. Io un governo con la Boschi non potrei mai farlo”. Mentre, invece, Daniele Pesco apre al Pd e ai parlamentari guidati da Matteo Renzi: “Se si fa un contratto nessuno dovrebbe essere escluso”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Di Maio incontra i parlamentari in assemblea per tre ore: “Salvini ha fatto un disastro. Aprire al Pd? Dobbiamo affidarci a Mattarella”

next
Articolo Successivo

Crisi governo, Grasso: “Accordo con M5s? Ci starei certamente, abbiamo tanti temi in comune. Renzi coinvolto? Fake news di Salvini”

next