Mohamed Salah palleggia e un bambino, con entrambe le gambe amputate, risponde di testa. Lo scambio, ripreso dalle telecamere del Liverpool, va avanti per alcuni secondi e alla fine si aggiunge anche un altro giovane fan dell’attaccante egiziano. Il gesto, ripetuto poi tra tutti i compagni di squadra, è avvenuto ieri alla vigilia della Supercoppa europea contro il Chelsea, in programma per questa sera allo stadio di Instanbul. Il piccolo allenamento privato è stato possibile grazie all’impegno della Uefa Foundation, la Fondazione che ha come scopo la salvaguardia dei diritti dei bambini tramite lo sport, in particolare il calcio.

video Twitter/Liverpool Fc

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Daniele De Rossi, l’ex capitano della Roma in gol al debutto: tifosi e telecronisti impazziscono

prev
Articolo Successivo

Liverpool-Chelsea, la Supercoppa Uefa tutta inglese. Per la prima volta dirige una donna: “Nessuna paura, il calcio è uguale per tutti”

next