Domenico Pozzovivo è stata investito da un’auto mentre si stava allenando sulle strade cosentine. Il ciclista 36enne “ha riportato fratture al braccio e alla gamba. È stabile e cosciente”, informa su Twitter il suo team, la Bahrain-Merida, aggiungendo che darà ulteriori aggiornamenti dopo l’intervento chirurgico cui sarà sottoposto il corridore lucano. Pozzovivo, scalatore e gregario di Vincenzo Nibali nelle ultime stagioni, si stava allenando in vista della Vuelta di Spagna.

L’incidente è avvenuto a Laurignano, frazione di Dipignano nelle vicinanza di Cosenza. Il ciclista è stato investito da una utilitaria, come ha confermato la polizia municipale, intervenuta questa mattina sul posto. Pozzovivo è stato poi ricoverato all’ospedale Annunziata di Cosenza.

Solo due anni fa, il 22 aprile 2017, lo scalatore Michele Scarponi fu investito e ucciso sulle strade di Filottrano, in provincia di Ancona, mentre anche lui si stava allenando in bicicletta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Serena Williams in lacrime si ritira dalla finale: il gesto dell’avversaria è da ovazione

next
Articolo Successivo

Felice Gimondi, è morto a 76 anni il ciclista vincitore di un Tour de France e 3 Giri d’Italia

next