“La Calabria è terra accogliente. Salvini però tu vattene”. “Contro Salvini cultura e pipi chini (peperoni ripieni, ndr)” Sono solo alcuni degli striscioni esposti ieri durante il comizio della Lega a Soverato, in provincia di Catanzaro. Centinaia di poliziotti e carabinieri. Due motovedette della guardia di finanza e della capitaneria di porto. Addirittura gli artificieri e le guardie ecozoofie. Una città blindata che però non ha fermato le contestazioni nei confronti del ministro dell’Interno Matteo Salvini.“Questa è la dimostrazione che abbiamo già vinto” ha detto il vicepremier dal palco.“Sono anche stonati. Almeno l’altra sera cantavano ‘Bella ciao’ ragazzi. Forza sennò non vi mandiamo a Sanremo l’anno prossimo”.
I contestatori sono riusciti ad arrivare anche vicino al palco ma a quel punto la polizia, in assetto antisommossa, ha fatto due cariche di alleggerimento per allontanare i manifestanti “. Alcuni manifestanti sono anche riusciti a danneggiare l’impianto audio, costringendo i leghisti a interrompere per alcuni minuti il comizio

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Nogarin, il ritorno dell’ex sindaco dopo il flop alle Europee: si candida alle Regionali. Ma con la crisi di governo ora pensa anche al Senato

prev
Articolo Successivo

Crisi di governo, Renzi: “Voto ora? Follia”. Zingaretti boccia un “accordicchio con il M5s”. Ma non chiude a un governo di legislatura

next