Teneva uno spillo di 3,5 centimetri tra i denti mentre correva e lo ha ingoiato, andandole di traverso e infilandosi nei bronchi. È successo a una ragazzina di 13 anni di Torino, che è stata salvata con un intervento di endoscopia dei medici dell’ospedale infantile Regina Margherita del capoluogo piemontese.

Appena la ragazza è arrivata al Pronto Soccorso, spiegano i medici,”immediatamente è stata attivata l’équipe di emergenza di sala operatoria e la paziente è stata prontamente sottoposta ad un complicato intervento di rimozione del corpo estraneo, mediante broncoscopia rigida in modo endoscopico e non invasivo”. L’intervento, andato a buon fine, è stato effettuato con la nuovissima strumentazione colonna endoscopica recentemente donata dalla Compagnia di San Paolo. La paziente, in buone condizioni cliniche, è stata dimessa dopo 48 ore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Carabiniere ucciso, anche Elder ricorre al Riesame. Al vaglio degli inquirenti il contenuto del Nokia nello zaino rubato a Brugiatelli

prev
Articolo Successivo

Ravenna, 87enne uccide a martellate la moglie di 79 anni nella loro abitazione

next