Salvini non risponde sul merito ed evita ancora una volta dalle domande. Preferendo evaderle con risponde sarcastiche, per poi andare in ritirata. Così come fatto sul caso dei presunti fondi russi alla Lega, il ministro dell’Interno continua a negare repliche e commenti anche su quanto svelato dal Fatto Quotidiano, in merito al viaggio fatto insieme in Marocco nel 2016 dall’attuale vicepremier, con lo stesso Savoini. Un viaggio dopo il quale, sei mesi dopo, come svelato dal Fatto, l’allora portavoce Savoini (oggi indagato per corruzione internazionale nell’inchiesta su rubli e petrolio, ndr) ha ricevuto dal lobbista del re Mohamed Khabbachi, emissario di re Mohammed VI per le attività di lobby su scala europea, Italia compresa, 150mila euro in contanti.Sapeva dei soldi incassati da Savoini dopo il viaggio in Marocco? Erano per lui o per la Lega?”, prova a chiedere il Fatto.it. Ma Salvini preferisce replicare sarcastico: “C’ho comprato i gelati per mio figlio che poi è andato sulla moto d’acqua“, ha riposto il vicepremier. Per poi fuggire e non chiarire quale sia il suo rapporto con lo stesso lobbista marocchino Mohammed Khabbachi: “Ussignur”, si è limitato a replicare in dialetto lombardo, prima di darsi alla fuga

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Forza Italia, il berlusconismo si scioglie come la Groenlandia

prev
Articolo Successivo

Sicurezza bis, sì del Senato alla fiducia: applausi e abbracci tra i leghisti. Urla dai banchi del Pd: “Vergogna”

next