Chi è alla ricerca di cuffie per il gaming con un buon rapporto prezzo/prestazioni può dare un’occhiata alle MSI DS502, in vendita a 69 euro. Sono esteticamente piacevoli grazie anche all’illuminazione a LED, sono comode da indossare anche per molte ore ed erogano un audio 7.1 di qualità. Il microfono è buono, ma migliorabile, perché in alcune occasioni non riesce a garantire una voce limpida e perfettamente chiara.

Il design è essenziale, con un colore che alterna nero e rosso e spicca sui dragoni disegnati sui padiglioni esteri. Una volta accese offrono un’illuminazione LED che di norma piace agli appassionati di giochi. Il microfono non si può rimuovere, ma è abbastanza flessibile da poter essere abbassato quando serve e sollevato quando non in uso, con un semplice gesto della mano. I controlli di volume e riproduzione sono posizionati in un piccolo telecomando agganciato sul cavo USB, che è lungo circa un metro e mezzo.

A differenza di altre cuffie per il gaming, le MSI DS502 sono auto-regolabili, quindi si adattano facilmente a ogni utente. I cuscinetti dei padiglioni sovrauricolari sono in pelle sintetica: in estate non sono il massimo perché scaldano, ma offrono un buon isolamento acustico, e non stringono troppo sulle orecchie nemmeno dopo diverse ore di gioco.

Qualità audio

Le MSI DS502 riproducono suoni surround 7.1 di buona qualità, personalizzabili mediante il software DS502 in dotazione. La tecnologia Cmedia Xear Living inoltre consente di modificare il segnale degli altoparlanti e di gestire una serie di opzioni utili per assicurare il suono migliore possibile in funzione dei propri gusti.

Gli altoparlanti da 40 millimetri erogano bassi potenti e assicurano una discreta qualità anche sulle frequenze medie e alte, il che li candida come opzione interessante anche per ascoltare musica. Ai giocatori interesserà il particolare sistema di vibrazione, che accentua le sensazioni uditive mentre si gioca a titoli come ad esempio Rainbow Six Siege, Battlefield V o Forza Horizon 4.

Il microfono omnidirezionale svolge onestamente il suo lavoro, anche se l’audio non è mai cristallino, come accade spesso con le cuffie dal prezzo contenuto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Intel annuncia i nuovi processori Core di decima generazione, i notebook hanno una marcia in più

prev
Articolo Successivo

Google e Apple pagavano addetti umani per origliare le conversazioni di chi usa l’assistente vocale

next