Quando si pensa all’app Cartoonito viene in mente la soluzione disponibile da un paio d’anni, con giochini per i piccoli da 3 a 5 anni. La nuova Cartoonito app, disponibile per Android e iOS invece è molto di più, perché permette di fruire on demand degli episodi dei cartoni animati trasmessi dal canale 46 del Digitale Terrestre, e di contenuti esclusivi dedicati ai più piccoli.

Frutto della Joint Venture tra Turner (gruppo WarnerMedia) e RTI Mediaset, la nuova app è gratuita e non richiede alcuna registrazione né profilazione dei dati, nel rispetto della privacy degli utenti minorenni a cui è indirizzata. Serve per guardare la diretta streaming di Cartoonito su smartphone e tablet, poter vedere episodi on demand dei cartoni animati preferiti, come ad esempio Kid-E-Cats, Dr Panda, The Happos Family, Grizzy e i Lemming, Rainbow Rangers, Floogals, Giust’ In Tempo, Baby Looney Tunes e altri.

L’app offre inoltre contenuti extra e in esclusiva, rubriche dedicate alla musica, film ed episodi on demand in lingua inglese per far familiarizzare i bambini con una nuova lingua, in compagnia dei loro personaggi preferiti.

L’applicazione rispetta la filosofia del canale TV: intrattenere i più piccoli in maniera divertente, con contenuti sicuri e di qualità, selezionati appositamente per i bambini in età pre-scolare. La selezione dei contenuti non è affidata ad algoritmi software, ma a un team di esperti del settore.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lenovo lavora ai notebook con connettività 5G e autonomia reale di un giorno

prev
Articolo Successivo

Huawei Mate 20 X 5G, il primo smartphone 5G per molti, ma non per tutti

next