Via libera all’assunzione di oltre 53mila docenti entro il 2020. A comunicarlo è il Ministero dell’Economia e delle Finanze in una nota in cui spiega le motivazioni del numero, diminuito di circa 5mila unità rispetto alla richiesta del ministero dell’Istruzione formulata a inizio mese per andare a riempire i posti vacanti e disponibili in dotazione organica.

Nella domanda, precisa il Mef, “non veniva tenuta in considerazione la marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell’ultimo biennio, connessa con il calo della natalità”. Per questo da Viale Trastevere hanno riformulato il numero, abbassandolo rispetto alle 58mila unità richieste in precedenza.

In totale quindi durante il prossimo anno scolastico dovrebbero essere assegnate 53627 cattedre, il numero definitivo approvato dal Mef. Il provvedimento riguarderà precari e nuovi assunti di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia alle superiori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Scuole, “stanziati 1,5 miliardi per la messa in sicurezza di 9mila edifici”. Intesa tra Ministero e Banca europea per gli investimenti

prev
Articolo Successivo

Test medicina, record di candidati. In 68.694 aspirano al camice bianco: 1.689 in più rispetto al 2018

next