Il torrente di montagna che si trasforma in un fiume in piena e rompe gli argini, allagando strade, ponti e case. È successo a Zermatt, celebre località alpina della Svizzera, dove l’acqua ha travolto la cittadina a 1600 metri di quota pur senza piogge. E la ragione è questa: le alte temperature raggiunte anche sui monti hanno portato allo scioglimento di parte del ghiacciaio del Cervino. Un laghetto sotterraneo, a quel punto, si sarebbe ingrossato fino a finire nel fiume Triftbach. Il fenomeno “alluvionale” si è verificato, dunque, in assenza di precipitazioni. Lo zero termico è stato registrato oltre i 4800 metri sul livello del mare.

Video Facebook/Severe Weather Europe

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Clima, tutti parlano del caldo ma nessuno fa nulla. Mi permetto un suggerimento

next
Articolo Successivo

Spiagge erose, riscaldamento globale e cemento si mangiano il 42% delle coste. “Senza un passo indietro, sommerse entro fine secolo”

next