Un video diffuso dall’agenzia iraniana Fars, legata ai Pasdaran, ha mostrato gli istanti in cui venerdì i militari di Teheran si sono calati a bordo della petroliera Stena Impero da un elicottero, dopo che la nave era stata circondata da alcune motovedette. Secondo le autorità iraniane, la Stena Impero stava “violando le regole marittime internazionali”. La nave da guerra britannica Montrose, allertata di quanto stava avvenendo, era però troppo distante dalla zona in cui è avvenuta l’operazione.
Il sottosegretario alla Difesa britannico Tobias Ellwood ha annunciato che tra le possibili opzioni di risposta all’episodio Londra sta ipotizzando l’imposizione di sanzioni contro Teheran. L’ambasciatore iraniano a Londra, Hamid Baeidinejad, ha definito “pericolosa e poco saggia” l’eventuale rappresaglia britannica

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caos sull’aereo diretto a Il Cairo: cittadino egiziano trascinato via tra le urla dei passeggeri. La compagnia “Ha sputato sul personale”

next
Articolo Successivo

Iran, spunta audio tra Teheran e petroliera britannica. “Vogliamo fare ispezione, obbedite e sarete salvi”. Royal Navy: “È illegale”

next