“Siamo con il treno, c’è stato uno scontro. Il controllore sta malissimo, perde sangue… i treni sono fermi… sta perdendo conoscenza… Mio Dio, mandate un’ambulanza. Fate presto”. A tre anni esatti dallo scontro tra due treni di Ferrotramviaria lungo la tratta Andria-Corato, nel quale persero la vita 23 persone e 51 rimasero ferite, l’associazione dei famigliari delle vittime Astip ha pubblicato un video-ricordo e chiede giustizia. Nel filmato è contenuta la prima, drammatica telefonata al 113 fatta da una sopravvissuta che chiede soccorso immediato. “Tre anni. 3 anni di dolore. 3 anni di silenzio delle Istituzioni, si sono già dimenticati di loro. 12 luglio 2016, 23 morti e 51 feriti nello scontro frontale tra due treni. Come si può dimenticare questa immane tragedia?”, si legge sulla pagina di Astip

Video dalla pagina Facebook di Astip

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, disabile cade dalle scale in “residence” pagato dal Comune. “Ci sono tre ascensori, sono tutti rotti”

prev
Articolo Successivo

Linate chiuso dal 27 luglio: dalle corse con bus e treni verso Malpensa ai check-in, la guida per evitare disagi nei prossimi mesi

next