La procura di Torino ha chiesto l’archiviazione per 28 ex consiglieri regionali del Piemonte, in carica dal 2008 al 2010, che erano stati indagati con l’accusa di peculato per rimborsi illeciti. Tra loro anche l’attuale presidente del Piemonte, Alberto Cirio, eletto il 26 maggio. L’indagine riguardava l’utilizzo irregolare di fondi assegnati per il funzionamento dei gruppi consiliari di Palazzo Lascaris: gli ex consiglieri erano accusati di aver ottenuto rimborsi illeciti dal gennaio 2008 fino alla fine della legislatura di Mercedes Bresso nel 2010.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Genova, i giudici negano alla Russia l’estradizione del dissidente: “Mosca non assicura rispetto diritti fondamentali”

prev
Articolo Successivo

Reggio Calabria, condannata ex assessore Pd Marcianò per abuso d’ufficio e falso

next