Dopo tre ore di vertice a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, i due vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini e i ministri di Lega e M5s, la ministra per gli Affari regionali, Erika Stefani, ha commentato che “si andrà avanti a oltranza, ma passi avanti ne sono stati fatti. Il Parlamento deve essere principe e padre della riforma e sarà prerogativa dei presidenti della Camera e del Senato decidere quali saranno le modalità di discussione”. La prossima riunione è in programma giovedì.

Le distanze tra i due partiti di maggioranza restano su due temi: infrastrutture e istruzioni, che vengono definiti “molto delicati”. In particolare sull’istruzione ci sono le contrarietà dei 5 stelle su assunzioni dirette da parte delle Regioni, sulle norme sui cicli scolastici e piani di studio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sala a M5s: “Volete le mie dimissioni? Voi Expo non sareste riusciti a farlo e tanto meno a immaginarlo”

next
Articolo Successivo

Governo, Di Maio: “Salvini non risponde e dice di sentirsi solo sul tema dei migranti? Gli mandiamo un peluche”

next