Secondo uno studente “Kant era il filosofo dell’aperitivo categorico”. Un altro maturando, un po’ confuso sulle coordinate storico-geografiche, ha stabilito che “la rivoluzione francese è scoppiata in Germania”. Diversi italianisti in erba hanno frainteso i lupini venduti dai Malavoglia di Verga con i “lupetti” (del parco nazionale d’Abruzzo?). Un giovane cultore della contaminazione tra letteratura e musica disse che “il più noto romanzo di Pirandello è Il fu Mattia Bazar”.

Ogni anno – un po’ per emozione, un po’ per autentica ignoranza – centinaia di maturandi incappano in gaffe e strafalcioni clamorosi e a volte comicissimi. E anche quest’anno il Fatto Quotidiano vuole raccontarvi quelli più divertenti, anche per stemperare un po’ la tensione. Segnalateci quelli che avete pronunciato (o ascoltato) a lettere@ilfattoquotidiano.it.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maturità 2019, la seconda prova allo Scientifico è tosta ma fattibile. E mi piace perché costringe a pensare

next
Articolo Successivo

Maturità 2019, al via il nuovo orale con le tre buste: addio tesina, 45 minuti a disposizione degli studenti

next